CINEMA MASSIMO
ANTEPRIMA

STEVE DELLA CASA presenta LARVAE
al 
Cinema Massimo di Torino

Il 28 Marzo 2022 Larvae è stato presentato in anteprima al Cinema Massimo di Torino, con grande accoglienza del pubblico che gremiva la grande sala.

Il film è stato introdotto da Paolo Manera, direttore di Film Commission Torino Piemonte, e da Steve Della Casa, direttore del Torino Film Festival.

PAOLO MANERA

«A pochi giorni da un appuntamento al Museo Nazionale del Cinema con una mostra dedicata a Dario Argento, un regista che ha un dialogo ideale con Alessandro, sono veramente felice e orgoglioso di portare i saluti di Film Commission Torino Piemonte, di Città di Torino e di Regione Piemonte che sono i nostri soci fondatori.

Lo dico perché è bellissimo finalmente vedere questo film sul grande schermo… e come vedrete è una testimonianza unica e importante non solo del talento visionario di Alessandro Rota come regista, ma anche del grandissimo lavoro di organizzatore e produttore, che ha messo insieme non solo delle eccellenze notevoli in tutti i reparti in cui tutti gli aspetti delle riprese, della post produzione, gli attori e i luoghi…

Questo film è una testimonianza anche di tutte quelle che sono le eccellenze della nostra Regione. Sono infatti tantissime le persone e i luoghi che sono coinvolti in questo film, quindi grazie ad Alessandro e a tutte le persone che hanno lavorato a questo progetto.

Film Commission teneva moltissimo ad avere una prima serata come questa, che è solo l’inizio di un lungo viaggio per Larvae.»

STEVE DELLA CASA

«Quest’opera è piena, oltre che di precisione scientifica, anche di passione. Un film che appartiene alla grande tradizione del cinema gotico italiano, che ha caratterizzato il periodo degli anni ’60 con registi come Mario Bava, Riccardo Freda, Antonio Margheriti: Alessandro con le atmosfere “lombrosiane” di questo film riesce a evocare quella stessa passione per il gotico.

È incredibile quante connessioni ci siano a Torino tra il cinema e il sovrannaturale, da Lombroso come in questo film, ma pensate anche a Cabiria di Pastrone, o a gustavo Adolfo Rol che era amico e consigliere di Federico Fellini.

Vedere un film come questo in una sala così piena di persone è veramente una cosa bella. Il cinema è qualcosa che conserva la sua magia se vissuto in un luogo collettivo con tante persone, perché così lo avevano pensato i fratelli Lumiére.»

Il pubblico è stato accolto dai rievocatori in costume dell’associazione Le Vie del Tempo ed è seguito un dibattito in cui è stato presentato il cast artistico e tecnico.

FOTOGRAFIE DELL'EVENTO

© 2022 by Officine Ianos - Associazione Culturale Officine Ianos - CF 97812350011 - info@officineianos.it